Radar nautico l’importanza di averlo a bordo

Il radar (RAdio Detection And Ranging = radio rilevazione e localizzazione) è un apparato radiotecnico che permette la rilevazione di bersagli in grado di riflettere le radioonde, e ne valuta distanza e rilevamento con continuità.
Questo strumento può funzionare anche in condizioni di scarsa visibilità come nebbia o cattivo tempo.
l funzionamento del radar è semplice: un trasmettitore invia delle radioonde ad elevata potenza che, incontrando un ostacolo (denominato bersaglio), vengono riflesse verso la loro fonte; un ricevitore le converte e le invia come segnali ottici sullo schermo.
La portata del radar è la massima distanza alla quale un oggetto può essere rilevatto in condizioni di propagazione normali.
Non sempre la rappresentazione dei bersagli può essere nitida, alcuni inconvenienti che portano ad una visualizzazione alterata sono:
– disturbi meteorologici (clutter)
– falsi echi causati da un eco di trascinamento
– falsi echi dovuti alla presenza di alte sovrastrutture della nave (eco riflesso = indirect echo)
– echi multipli dovuti ad una riflessione multipla del bersaglio (l’eco viene captato dall’antenna dopo che è partito l’impulso successivo)
– interferenze radar
– disturbi interni (spooking) causati dalla presenza di campi elettromagnetici
– settori ciechi e settori d’ombre

Differenze chiave tra Open Array e Dome Radar

L’ampiezza del raggio orizzontale, più piccolo di un radar Open Array consente di discriminare i bersagli vicini tra loro, come oggetti separati piuttosto che sembrare una macchia gigante sul monitor, con un radome.
Il radar marino open array richiede più potenza rispetto al radome. Fornire una batteria sufficiente per un radar di questo tipo, può presentare problemi per le imbarcazioni più piccole.
Le cupole radar misurano tipicamente tra 18 e 24 pollici di diametro, mentre la maggior parte dei radar open array misura tra 4 e 6 piedi da un’estremità dell’antenna.


Quale sarà il tuo utilizzo prevalente? Hai persino bisogno di un radar marino?

Una volta che hai capito se la tua nave ha abbastanza spazio per l’array aperto, considera per cosa intendi utilizzare il radar. La stragrande maggioranza dei proprietari di barche con radar intende utilizzarlo per evitare collisioni con altre imbarcazioni, soprattutto durante la navigazione notturna e la navigazione a lungo raggio.

I pescatori offshore spesso cercano il radar per identificare gli uccelli che si nutrono sulla superficie dell’acqua oltre che individuare i fronti temporaleschi in arrivo ed evitare collisioni durante le lunghe corse al buio.

Se sei un pescatore costiero che pesca principalmente in canali e corsi d’acqua ben segnalati, potresti scoprire che il radar marino non è necessario per il tuo tipo di pesca.

Capacità di potenza

Un radar tradizionale “a impulsi” varia da 4kW a 25 kW. Una potenza di 4 kW ti darà un’autonomia di circa 50 miglia nautiche. Gli array aperti, tuttavia, sono in grado di erogare una potenza maggiore. Produttori come FURUNO offrono Open Array che possono raggiungere fino a 100kW. Questo ti darà una portata massima di circa 240 miglia nautiche.
Radar a impulsi contro stato solido

Il radar marino funziona emettendo un impulso di energia a microonde e quindi rilevando i riflessi degli oggetti nell’ambiente.

I sistemi radar a impulsi utilizzano un trasmettitore ad alta potenza per generare brevi impulsi di energia. Il trasmettitore viene quindi spento e il ricevitore viene acceso per rilevare eventuali riflessi che potrebbero essersi verificati.

I sistemi radar a stato solido, invece, utilizzano un trasmettitore a onda continua che emette un flusso costante di energia. Il ricevitore viene quindi utilizzato per rilevare eventuali riflessioni che si verificano. Ci sono diversi vantaggi e svantaggi sia per i sistemi radar a impulsi che a stato solido.

I sistemi radar a impulsi sono più efficaci nel rilevare oggetti più piccoli, come boe o altre imbarcazioni. Tuttavia, è anche più probabile che vengano confusi dalle onde o da altri rumori ambientali. I sistemi radar a stato solido non sono così efficaci nel rilevare piccoli oggetti, ma è meno probabile che vengano confusi dal rumore ambientale.

Vuoi dare uno sguardo ai radar in commercio?

Un pensiero su “Radar nautico l’importanza di averlo a bordo

  1. Lissette Hackbart dice:

    Hi! Someone in my Myspace group shared this site with us so I came to give it a look.
    I’m definitely enjoying the information. I’m bookmarking and
    will be tweeting this to my followers! Terrific blog and brilliant
    design and style.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×